wdcreativa.com

Pool-Biliardo Sportivo

 

IANNINI SARA Campionessa Italiana, titolo assoluto 2017

CAMPIONATO ITALIANO POOL 2017/18 IPT - 3° PROVA Silvia Club

CAMPIONATO ITALIANO POOL 2017/18 IPT - 2° PROVA Silvia Club (PD)

Premiazioni

CORRIERI.D SI CONFERMA " L' UOMO DA BATTERE"

 

La conferma: Daniele Corrieri. Il grande ritorno: Fabio Petroni. Il lavoro che paga:

Fabio Campagnola. Sono loro i vincitori, tutti e tre romani, della seconda tappa dell’IPT

, l’Italian Pool Tour, il campionato italiano di biliardo pool. La prova si è svolta sui ventisei tavoli

Dynamic II della sala Silvia Club, a Campodarsego, cittadina alle porte di Padova che per

due giorni, sabato 27 e domenica 28 gennaio,

è diventata il “villaggio del pool” con 138 giocatori provenienti dai CSB (Centri sportivi biliardo

) di tutta Italia, che si sono sfidati in un totale di 220 partite.

 

Anche questa volta, l’atmosfera era quella di un grande evento sportivo ed è stato esemplare il comportamento dei partecipanti, sotto la direzione di gara di Marco Conventi e Merry Fontes da Silva, mentre Gabriele Cimmino, coach della nazionale italiana, ha organizzato e commentato lo streaming in diretta di tre tavoli sui canali Facebook della Fibis e ha inaugurato uno spazio dedicato alle interviste a caldo.

 

Ma vediamo, categoria per categoria, i momenti salienti anche attraverso le voci dei protagonisti.

 

NAZIONALI

 

Nel gruppo dei 24 giocatori migliori d’Italia, che si sono confrontati nella specialità Palla 10, l’uomo da battere era lui: il romano Daniele Corrieri, campione assoluto in carica e vincitore della prima tappa nella specialità Pool Continuo. E Godzilla, com’è soprannominato, non ha deluso le aspettative. Fin dall’inizio, senza tentennamenti, ha imposto il suo gioco, superando nei diretti Giuseppe Iacobucci (8-6) e il vecchio leone Giorgio Margola (8-3). In discesa, poi, il suo percorso nel tabellone finale: addirittura 8-0 a Francesco Candela nei quarti e 8-4 a Stefano Dellino in semifinale. «Daniele è in grande forma», commenta Gabriele Cimmino che segue gli allenamenti del campione con la sua scuola sharpshooter.it. «Ha una marcia in più, non c’è dubbio, e può decisamente competere anche a livello internazionale».

 

In finale, Corrieri ha incontrato il veronese Michele Bianchini, protagonista di un ottimo torneo, che si era lasciato alle spalle “vittime illustri” come Arjan Matrizi (8-6 nei quarti) e Sandro Torrenti (8-5 in semifinale). Ma l’incontenibile Godzilla, nell’ultimo match, non gli ha lasciato scampo, si è imposto con un netto 8-3 e ha mantenuto la testa della classifica portandosi a 1100 punti, davanti allo stesso Bianchini (850) e a Michele Monaco (810).

 

SERIE A

 

Il protagonista della prova, specialità Palla 8, è stato lui, il romano Fabio Petroni, il nostro giocatore più titolato, che dieci anni fa giocò con la squadra europea nella prestigiosa Mosconi Cup. È partito a razzo, Fabio, superando 7-0 al primo turno Maurizio Dalla Rosa e qualificandosi al tabellone finale dopo il forfait di Paolo Marchesin al secondo turno. «Sono arrivato al torneo molto carico, dopo avere partecipato in Cina al World Masters di Palla 8 cinese, esperienza incredibile in uno straordinario torneo estremamente competitivo», dice Petroni. «Ora ho un nuovo manager, un nuovo sponsor, BeCue, un team che mi ha dato energia e sostegno».

 

Negli ottavi, Fabio ha incontrato il friulano Eric Geppert, finalista della scorsa prova, vinta da Stefano Bazzana. «Quella con Eric è stata la partita più difficile», dice Petroni. «Un match tiratissimo fino all’ultimo quando, sul sei pari, ho spaccato e chiuso, ma faccio i complimenti al mio avversario per il suo bel gioco». Petroni, poi, ha battuto Patrizio Nuti (7-2), uno dei giocatori più in crescita del circuito, e l’esperto Davy Piergiovanni (7-5). In finale, si è ritrovato al tavolo con un altro romano, Christian Rinaldis, che fino a quel momento non aveva mai perso, ma ha dovuto arrendersi al cospetto di Fabio, che lo ha superato per 7-2.

 

«È stato come vincere il primo torneo della mia vita, mi sento rinato», dice ancora Fabio. «E ho molto apprezzato il clima positivo che si è respirato nei due giorni di gara, c’erano davvero tutte le condizioni per fare bene. In questa stagione ho l’obiettivo di tornare a far parte della categoria Nazionali e voglio anche affacciarmi sulla scena internazionale, partecipando all’EuroTour. Per il futuro, i miei progetti sono più ambiziosi: vorrei rientrare nel gruppo dei dieci top player a livello mondiale».

 

Intanto, con questo successo alla seconda prova IPT, Fabio ha raggiunto in testa alla classifica Stefano Bazzana con 920 punti, davanti a Eric Geppert, terzo a 810.

 

SERIE B

 

Generalmente, è la categoria che riserva più sorprese e capovolgimenti di fronte. Questa volta, nella specialità Palla 8, ha brillato Fabio Campagnola, romano di 27 anni, al suo primo risultato di alto livello. «Gioco a pool da cinque anni», racconta Fabio «finora avevo avuto belle soddisfazioni, secondi posti ai tornei regionali, qualche podio all’IPT, e ora finalmente è arrivata questa vittoria davvero importante che mi ripaga di tanto impegno e lavoro».

 

Fabio ha sofferto praticamente solo al primo turno contro Andrea Ricupero: «Ero sotto 5-2», dice «ma poi, ricordando i suggerimenti di Sandro Torrenti, il mio maestro, e di Nino Falduto, il mio mental coach, ho pensato solo a esprimere un gioco di qualità e sono riuscito a recuperare».

 

Dopo essersi sbloccato, Fabio è andato sul velluto: 6-1 a Nicola Vedovelli, 6-0 al tredicenne romano Alessandro Amendola, il giocatore più giovane del torneo; poi, nel tabellone finale, 6-2 ad Alessandro Zolezzi, 6-4 a Roberto Maura e ancora 6-4 a Hector Zambrano. In finale, ha affrontato il promettente genovese Ettore Multari, 22 anni, che in precedenza aveva eliminato, in uno dei match più belli del torneo, finito 7-6, il concittadino Fausto Colombini, 17 anni, giovanissima stella italiana del nostro sport, vincitore della scorsa prova. Ma Campagnola era in stato di grazia ed è andato liscio come l’olio battendo Multari per 7-2. «Sì, mi sentivo davvero in forma», commenta il vincitore «e devo ringraziare anche la mia ragazza, Roberta Russo, anche lei giocatrice, che standomi accanto mi dà sicurezza e serenità».

 

Conquistando il trofeo, Fabio è volato in testa alla classifica con 970 punti, davanti a Colombini (920) e Multari (780).

 

«È stato proprio un bel torneo», sottolinea Gabriele Cimmino. «La notizia più significativa è che il livello, in Italia, si sta alzando sempre di più, la realtà è sotto gli occhi di tutti. Inoltre, sta crescendo il numero degli appassionati, soprattutto giovanissimi, che si cimentano con la stecca anche nelle scuole, grazie ai progetti della Fibis. Insomma, abbiamo davvero un bel futuro davanti per il nostro pool».

 

E fin da ora, c’è grande attesa per la prossima prova dell’IPT, in programma sempre al Silvia Club di Campodarsego, il 17 e 18 marzo: Palla 8 per i Nazionali e Palla 9 per Serie A e Serie B.

CAMPIONATO ITALIANO POOL 2017/18 IPT 1° PROVA Silvia Club (PD)

Teatro dell’evento: la bellissima sala Silvia Club, a Campodarsego, pochi chilometri da Padova, scenario di due giorni ricchi di agonismo, emozioni, divertimento, tramezzini e venetissimi spritz preparati al bar dalle simpatiche Serena, Stephanie, Tamara, Sharon e Fatine, sotto la guida del proprietario Oscar.

Due giorni di grande spettacolo e forte passione per questo sport che sta prendendo sempre più piede nel nostro Paese. Su ventisei tavoli Dynamic II, disposti su una superficie di quasi mille metri quadri, si sono sfidati 159 giocatori provenienti da tutta Italia che hanno disputato un totale di 260 partite dalle nove del mattino alle nove di sera. Tutto si è svolto all’insegna del fair-play e della correttezza anche lontano dai tavoli, con la puntuale direzione di gara di Marco Conventi e Merry Fontes da Silva, e la collaborazione di Gabriele Cimmino, coach della nazionale italiana, che ha organizzato e commentato lo streaming in diretta di tre tavoli sui canali Facebook della Fibis.

Ma vediamo, categoria per categoria, i momenti salienti anche attraverso le voci dei protagonisti.

NAZIONALI

I Nazionali, quest’anno saliti da sedici a ventiquattro, hanno iniziato la loro stagione confrontandosi nel gioco più nobile, il 14.1. «Fino a due anni fa, non c’era neppure la prova di questa specialità», dice Gabriele Cimmino, che oltre a essere coach della nazionale è anche il creatore del sito sharpshooter.it, miniera per gli allenamenti a ogni livello. «Poi, abbiamo deciso di introdurla perché anche noi italiani meritiamo di eccellere nel Pool Continuo, che è alla base di tutto in questo sport, e stiamo cercando di fare un grande lavoro per riuscirci».

Il vincitore annunciato era Daniele Corrieri, il campione italiano in carica, e non ha deluso le aspettative. «È l’atleta che ha la nostra media più alta», continua Cimmino «Parliamo di ventitré bilie a turno, niente male, ma siamo ancora lontani dall’olandese Niels Feijen, secondo me il più forte al mondo nel 14.1, che viaggia sulle 35 bilie».

Corrieri, che veniva da un piazzamento tra i primi sedici all’ultima prova dell’Eurotour a Treviso, è partito superando Marco Palmieri 100 a 19 e Stefano Dellino, 100 a 60. Poi, il giorno dopo, ha battuto 100 a 42 un veterano del pool come Giorgio Margola e, in semifinale, si è imposto 100 a 63 su Francesco Candela, uno dei giocatori più in crescita degli ultimi anni. In finale ha incontrato Michele Monaco, il responsabile nazionale del pool per la Fibis. «Sapevo che Michele sarebbe potuto arrivare lontano perché è uno studioso del Pool Continuo, un vero appassionato di questa specialità», dice Cimmino. «Ma certo, la sua prestazione ha un valore doppio perché lui non può concentrarsi solo sul gioco, come tutti gli altri, ma deve pensare anche a certi aspetti organizzativi della gara. E infatti, prima di affrontare la finale, ha consegnato le coppe ai vincitori delle altre categorie...».

Monaco è arrivato in fondo giocando tre partite il primo giorno (contro le due di Corrieri, che ha beneficiato di una “X”): ha superato Valerio Castellano (100 a 51), Danilo Cipriani (100 a 40) e Giorgio Margola (100 a 22). Poi, nei quarti e in semifinale, ha battuto due grandi conoscitori del 14.1 come Stefano Dellino (100 a 32) e Arjan Matrizi (100 a 68).

«La finale tutta romana tra Corrieri e Monaco», prosegue Cimmino «non è stato un match esemplare sul piano degli schemi di gioco, che nel Pool Continuo sono importantissimi: nessuno dei due ha dato il meglio, ma alla fine è stato più lucido Daniele e ha vinto 100 a 55. Detto questo, tirando le somme, mi è dispiaciuto per il nazionale più giovane, il diciottenne Federico Amendola, promessa del pool e ottimo giocatore di 14.1, che non è riuscito a superare i diretti, ma di sicuro si rifarà nella prossima prova».

PREMIAZIONI

Finali Pool 2017

CONCLUSIONE STAGIONE 2016/17

Si conclude la stagione biliardistica della sezione Pool Fibis nella splendida sala Autorità dello stadio Olimpico di Roma.

L' organizzazione ha portato gli atleti a trascorrere giorni di competizioni in maniera professionale.

Una direzione gara composta da un team di 10 persone che hanno offerto scorrevolezza e attenzione nelle partite, un servizio fotografico con pubblicazioni in tempo reale, un live stream su 4 biliardi che ha portato 50.000 visualizzazioni e la possibilità ai giocatori di riguardarsi per potersi migliorare, un tabellone on-line aggiornato ogni fine partita in modo da poter seguire i tornei da casa che per altro ha portato altre 10.000 visualizzazioni.

I vincitori della stagione 2016/17 sono:

-categoria Femminile Marina Raiola

-categoria Master Femminile Sara Iannini

-categoria Pupils Francesco Anelli

-categoria Juniores Paolo Prosdocimo

-categoria Teams 147 billiard academy

-categoria Serie C Aurelio Montalbano

-categoria Serie B Angelo Pandolfo

-categoria Serie A Stefano Dellino

-categoria Nazionali Daniele Corrieri

Complimenti a tutti, buone vacanze e un arrivederci alla prossima stagione sportiva.

wdcreativa.com. cso. Europa 1723 - 16166 Genova (GE) - Italia Tel. +39 3395428144 | daniela@wdcreativa.com | Informazioni legali | Privacy Policy e Cookie Policy